Vad Vuc

Home  /  Eventi Passati  /  2015  /  Current Page

22:00

vad_vuc
I The Vad Vuc nascono nel dicembre del 2000 ed

my reps hands.

in poco tempo il loro skauntry irish folk si insinua in ogni angolo del Canton Ticino raccogliendo, fin da subito, uno straordinario consenso di pubblico, che si riassume con i tanti riconoscimenti e premi ricevuti, in quei primi anni, a livello regionale.

L’uscita dell’EP “Murrayfield Pub”, nel 2003, e dell’album d’esordio “Il Monastero dei Folli”, nel 2004, hanno portato i The Vad Vuc a distinguersi nel panorama musicale svizzero fino a conquistare il massimo riconoscimento svizzero per gli artisti emergenti, il Prix Walo, e presentare un loro concerto in diretta televisiva nazionale in occasione della Festa Svizzera, il 1° agosto del 2004, contenuto in “Live in Cevio” (2005).
Da qui, la corsa dei The Vad Vuc non ha conosciuto sosta ed il secondo album, “Trans Roonkaya Express” (2006), ne ha allargato gli orizzonti musicali, scorrazzando tra melodie balcaniche, tarante, mariachi e la musica klezmer. Un lavoro che è valso loro l’interessamento della Sciopero Records e di un noto talent scout e produttore statunitense, Mike Galaxy, già manager dei celebri Linkin Park, che ha, infatti, fortemente voluto la presenza della band ticinese in una compilation distribuita nel febbraio 2008 in terra californiana.

È del 2007 “The Vad Vuc & Little Orchestra”, un EP frutto dello splendido connubio tra la band e i giovani del Conservatorio della Svizzera Italiana, mentre è del 2009 l’album dal titolo “La Parata dei Secondi”, che vede la presenza di ospiti di assoluto spessore artistico come Steve Wickham, Yo Yo Mundi, Gnu Quartet, Marino Severini (dei Gang), ecc.

I The Vad Vuc hanno all’attivo un totale di 7 album ed oltre 300 concerti, tra Italia, Svizzera, Germania e Francia, in cui hanno condiviso il palco con artisti d’eccezione come Ska-P, Misfits, No Use For A Name, Gotthard, Paul Di Anno online casinos (ex Iron Maiden), Simone Cristicchi, Frankie Hi-NRG MC, Gnu Quartet, Mercanti di Liquore, Modena City Ramblers, Yo Yo Mundi, Massimo Bubola, Davide Van De Sfroos, 77 Bombay Street, La Crus, Bandabardò, Après la Classe e tanti, tanti altri.

Il 25 febbraio 2012 i The Vad Vuc hanno suonato al Forum di Assago (Milano), davanti a 12″000 spettatori, quale unico gruppo di apertura per il concerto di Davide Van De Sfroos.

Ad inizio 2013 nasce la collaborazione con Fun Promotion, che ha deciso di sposare in tutto e per tutto il progetto The Vad Vuc e che porterà la band ticinese in modo sempre più presente anche al di fuori del mercato svizzero.

Il 17 marzo 2013 esce il loro ultimo album “Hai in mente un Koala?”. Un album decisamente originale, come d’altronde il titolo stesso, che segna un ulteriore fondamentale passo avanti nella crescita musicale della band ticinese. Un lavoro che, a conferma della stima e dell’affetto che i The Vad Vuc si sono conquistati in questi anni, può vantare la partecipazione di un numero incredibile di amici, ospiti straordinari, che hanno voluto prenderne parte: Simone Cristicchi, Sharon Shannon, Steve Wickham (The Waterboys), Stéphane Mellino (Les Négresses Vertes), Finny McConnel (The Mahones), Gnu Quartet, Angapiemage Persico e Davide Brambilla (Davide Van De Sfroos), Fabio Martino (Yo Yo Mundi), Fabrizio Barale (Yo Yo Mundi e Ivano Fossati), Dario Canossi (I Luf), Max Dega, Luca Crespi (Inis Fail), e tanti altri.