The Mama Bluegrass Band

Home  /  Eventi Passati  /  2013  /  Current Page

02:00

Il comune denominatore degli spettacoli è il puro divertimento, una sorta di viaggio musicale universale che non risparmia nessuno: dai più tradizionali standard gospel/bluegrass ai più famosi e moderni brani pop/rock sapientemente riarrangiati in stile, per arrivare ai brani originalmente composti dalla band.
Gli show vengono proposti in formazione composta da cinque elementi: batteria/cori, basso, chitarra elettrica, banjo/cori e chitarra acustica/voce. Inoltre in molte occasioni la band può avvalersi dell’apporto di altri due elementi, pianoforte e fsarmonica/trombone, come valore aggiunto allo spettacolo già forte e ben collaudato.

The Mama Bluegrass Band
Sembrava uno scherzo quando, in una sera dell’estate 2006, in un area di servizio in periferia di Milano, sul rimorchio di un camion, per la prima volta davanti ad un pubblico, si esibì la Mama Bluegrass Band. Ma non fu così, perchè quei ragazzi non avevano proprio l’aria di scherzare, neanche quando la motrice si mise in moto e camminò lungo il parcheggio in chiusura di concerto.
La motrice si limitò a girare nel parcheggio, ma la MBGB è andata oltre: negli anni si possono contare centinaia di spettacoli in tutto il nord Italia (dai golf liguri alle dolomiti, dai club milanesi alle grandi feste sparse in Piemonte, Emilia e Veneto), in Svizzera (dai locali ticinesi ai più grandi festival di Val Maggia e Grigioni) e addirittura fno alla Norvegia (tre tour che, a partire dal 2009, hanno toccato le più grandi città come Oslo, Alesund e Trondheim).

La discografia
Nel settembre 2007 la MBGB pubblica indipendentemente un ep di sei brani “boots, beers and cigarettes” riproponendo, per lo più, composizioni della tradizione popolare americana. Il
successo riporta in studio la band che, a dicembre 2009, pubblica il primo vero disco omonimo, caratterizzato dall’immancabile radice tradizionale, dall’arrangiamento di brani moderni e dalla composizione di pezzi originali, conseguenza di una crescita/scelta artistica.
La grandissima attività live degli ultimi tre anni sfocia poi in svariate registrazioni racchiuse in “At Nidaba Theatre”, estratto di un vero e proprio concerto registrato live in uno dei più caratteristici e famosi club di Milano, pubblicato a Novembre del 2011.
In particolare La MBGB ha una vasta esperienza live che va dai grandi palchi ai piccoli club. La formazione può contare su: Alberto Santambrogio, banjoista eclettico, ha calcato le scene militando in svariate formazioni tra le quali “Mamagoose e i fati pesanti” (come chitarrista rhythm and blues) e nella band che accompagna il cantautore Marco Castelli (come polistrumentista); Marco Castelli che siede di solito sullo sgabello della batteria della Mama Bluegrass Band, cantautore che si presta spesso e volentieri anche alla produzione di cortometraggi premiati in tutt’ Italia; attualmente è impegnato anche sul fronte teatrale con Raul Cremona; Lorenzo Marinoni, naturalizzato bassista, nasce come sassofonista di gruppi rhythm and blues e ska (come i Gazpacho, gruppo targato Tube Records); Davide Peri, chitarrista di radice rock blues che vanta collaborazioni con Jack Iaselli e
Brunella Boschetti Venturi, da anni affanca all’attività di musicista quella di tecnico di registrazione; Francesco Affnito, piano, abile intrattenitore grazie alla più che decennale esperienza nell’animazione di villaggi turistici e nella diffcile ”arte” del pianobar; Andrea Gnemmi, fsarmonica e trombone, ha militato nella big band di Paolo Tomelleri, praticamente la storia del Jazz milanese; Marco Andrea Carnelli, voce e chitarra acustica, arrangiatore e padre della band con Alberto Santambrogio; polistrumentista, percussionista del quintetto manouche Bellavista, ha militato nei Merci Miss Monroe (Ghost Records) come batterista, e ha collaborato con Ezio Guaitamacchi cantando nel disco allegato al libro “Love and Peace”.