Randolph Matthews

Home  /  Eventi Passati  /  2017  /  Current Page

21:30

randolph_matthews

Da Londra, Randolph Matthews. Voce da non perdere per gli appassionati di black music. Per anni si è esibito in solitudine, accompagnandosi solo con una loop station dove campionava ritmi prodotti la lui stesso per sostenere una vocalità incredibile prestata a brani originali e anche a classici rivisitati attraverso una sensibilità rara sposata a un virtuosismo strabiliante, ma non fine a se stesso. Dagli esordi, nei locali di Londra, a oggi ha realizzato dodici album, si è esibito ovunque e ha anche attraversato i generi, scoprendo le radici africane, ma anche abbracciando la sperimentazione contemporanea. Con il suo ultimo disco, Afro blues project, torna alle origini, ricercando la matrice della musica americana, ispirandosi a maestri come Jimi Hendrix, Muddy Waters, Leadbelly e Ali Farka Tourè.

Randolph Matthews mescola le sue radici afro-caraibiche con il British sound attraverso i suoni del Blues e la spontaneità vocale e percussiva .

Ha collaborato con Plan B, Rudimentals, Herbie Hancock, Shlomo and Will I am. Si è esibito in luoghi prestigiosi come Buckingham Palace, The Royal Festival Hall e la Royal Albert Hall, ha una residency presso il rinomato Ronnie Scott Jazz Club di Londra. Ha collaborato con svariati artisti tra i quali Amp Fiddler, Grace Jones, Terry Callier, Richard Bona, Don Blackman, Jazzanova, Giles Peterson, Beverley Knight, Suen Kuti, Angelique Kidjo, Arthur Baker, Will Downing. Con lui ci sono Alessandro Diaferio, premio miglior chitarrista acustico italiano 2007, e Pablo Leoni alle percussioni.