Greg Trooper & Alex Valle

Home  /  Eventi Passati  /  2013  /  Current Page

02:30

greg_trooper_alex_valle

GREG TROOPER
Incidente on Willow Street è il nuovo lavoro di Greg Trooper, prodotto dallo specialista Stewart Leman e pubblicato in Italia da Appaloosa con una bonus track esclusiva, una versione travolgente di Ireland dal vivo e un libretto che contiene tutti i testi tradotti in italiano.
Partecipano al disco musicisti titolati come Larry Campbell (Bob Dylan, Levon Helm) che suona di tutto, dalla pedal steel all’Irish bazouki, e Kenneth Blevins (John Hiatt, Don Williams, Waterboys), batteria e percussioni. Il disco è incentrato sulle ballate che esaltano la sua vena poetica, le sue melodie indimenticabili e i suoi testi penetranti in un cockatil di generi musicali che spazia dal country alla musica irish.
Maestro in questo genere musicale, Trooper non faceva un disco 1Z0-597 così bello da diversi anni a questa parte. È sulle scene dal 1986 e da allora ha registrato 12 album che contengono canzoni di rara bellezza e spessore.
Cresciuto a Little Silver, una cittadina sulla costa del New Jersey, si è fatto presto affascinare dalla fervente scena musicale della vicina New York. Ha scoperto una sorta di santa trinità musicale nel lavoro di Otis Redding, Bob Dylan, e Hank Williams, con le loro luci guida di passione, abilità letteraria e onestà espressiva. Per questo motivo nella musica di Trooper si sentono in egual modo echi del soul di Memphis, del folk del Greenwich Village e del country di Nashville. Trooper ha lasciato tracce importanti in tutte le scene musicali delle città dove ha vissuto da quando se ne è andato di casa dopo le scuole superiori: Austin Texas, Lawrence Kansas, Nashville Tennessee e New York. Molti dei suoi dischi hanno avuto produttori eccellenti, come Gary Tallent della E Street Band per l’album Noises in the Hallway, il leggendario chitarrista Buddy Miller (Popular Demons) e la star del soul Dan Penn per Make It Through This World. Le sue canzoni sono state registrate da numerosi artisti tra cui: Vince Gill, Steve Earle, Billy Bragg, Robert Earl Keen, Maura O’Connell, Lucy Kaplansky e Tom Russell. Le sue ballate profumano d’Irlanda, di country e di rythm’n’blues e hanno il potere di restare impresse nella mente di chi le ascolta. Greg Trooper si esibisce in giro per il mondo accompagnato dalla sua chitarra acustica e qualche volta in versione elettrica da tutta la band. A distanza di due anni dall’uscita di Upside-down town, dove era contenuta la bellissima ballata They call me Hank, Greg Trooper torna in Italia per presentare la sua ultima fatica discografica: Incidente on Willow Street. Greg Trooper
250-371 sarà affiancato nel suo tour italiano dal polistrumentista Alex Valle (Francesco De Gregori Band) che si alternerà tra mandolino, dobro e chitarre.

Quotes
“Greg Trooper scrive grandi canzoni, tra cui una delle mie canzoni preferite al mondo, Little Sister. E al di là di tutto questo c’è la sua voce, uno strumento che ho invidiato per oltre 15 anni” Steve Earle
“Greg Trooper deve essere per forza nella nostra lista dei più raffinati cantautori contemporanei.”  –  Billy Bragg
“L’urgenza lirica di Trooper è struggente e il suo canto è paziente ed evocativo.” – No Depression
“Il roots rock di Trooper può propendere verso il soul, il country o verso Dylan, ed è carico di desiderio e promesse.” – Jon Pareles (New York Times)
“Ottimo lavoro da uno dei pù grandi songwriter amricani di sempre.” – Bob Harris, BBC Radio.