Carlo Ozzella & Barbablues

Home  /  Eventi Passati  /  2015  /  Current Page

22:00

carlo_ozzella

Carlo Ozzella nasce a Milano il 21 Settembre 1981. Da sempre appassionato di musica, inizia a suonare la chitarra all’età di 11 anni. A 13 anni scrive la sua prima canzone, d’amore ovviamente… In quel periodo ascolta principalmente i cantautori italiani, De André, De Gregori, Guccini, che restano ancora oggi una grande passione e un punto di riferimento altissimo nel suo orizzonte musicale.

Nel 1996 avviene la svolta: al Festival di Sanremo vede per la prima volta Bruce Springsteen, ospite sul palco dell’Ariston, che esegue una magnifica “The Ghost Of Tom Joad”. Incuriosito, si procura un “Greatest Hits”: è la folgorazione. Da quel momento in poi l’esperienza musicale di Carlo è segnata. Oltre a masticare l’intera discografia del Boss comincia ad estendere il suo interesse verso tutta la musica americana ed inglese che ruota attorno al rock, alle sue origini e alle sue diramazioni. Elvis, Roy Orbison, Jerry Lee Lewis, Chuck Berry, Bob Dylan, Neil Young, i Beatles, i Rolling Stones, tutto viene scoperto ed assimilato.

Nel 1997 entra nella sua prima band, gli URLO ROCK, che di fatto restano in piedi solo fino alla prima esibizione in un oratorio. Dopo una serie di concerti come solista, accompagnato da chitarra e armonica, nasce la DUSTY ROAD BAND, un trio acustico con Enrico Rossi al sax e Davide Garuti all’altra chitarra. Con loro si accumulano nuove esperienze live nei locali di Milano e dintorni. Intanto Carlo continua a scrivere nuove canzoni e nel 1999 queste finiscono su un cd autoprodotto chiamato “DEMO 12/98”. I brani sono acustici, accompagnati solo da chitarra e armonica. Collabora anche Davide Garuti, presente con qualche assolo di chitarra.

Nel Settembre del 1999 avviene un secondo incontro decisivo: rispondendo ad un annuncio trovato casualmente in una sala prove, Carlo entra a far parte dei BLUESTEPS, la band che un anno dopo cambierà il suo nome in… BARBABLUES! Il feeling è immediato e la band si afferma ben presto come potentissima macchina da live show, anche grazie alla straordinaria intesa e amicizia che subito si instaura tra i musicisti.

Altre piccole esperienze vengono poi percorse in parallelo: quella con gli ALLAN COCCHIN’S PROJECT, band sofisticata che spazia tra Sting e i Toto, quella con gli AREA 51, gruppo ibrido che sostituisce i BARBABLUES in una fase in cui parte dei membri di questi ultimi decidono di lasciare, quella come solista.

Nel 2005 viene poi chiamato dall’amico Simone Puzzi a far parte di una tribute band di Bruce Springsteen che sta nascendo, la 57TH STREET BAND. Si apre un altro importante capitolo della sua vita. In quell’occasione infatti conosce Claudio Lauria, virtuoso sassofonista con cui mette in piedi il gruppo acustico THE ACOUSTIC SIDE, band dall’assetto variabile che a seconda delle situazioni chiama in causa anche il bassista Roberto Cito e il pianista Stefano Gilardoni, entrambi presenti anche tra le fila della cover band del Boss.

Si apre così un periodo di intensissima attività live, accompagnato da queste due band e dai sempre più straordinari BARBABLUES.

Si arriva quindi al Dicembre 2008: i BARBABLUES, fino a questo momento consolidata cover band, entrano nei mitici AVAKIAN RECORDING STUDIOS per registrare il loro primo EP, “Dove Comincia La Notte”, sei canzoni tutte firmate da Carlo Ozzella. L’album impiegherà quasi due anni e mezzo a venire alla luce, tra periodi di pausa e impegni diversi, ma quando il 4 Maggio 2011 esce è subito un successo: le prime trecento copie vengono vendute in poche settimane.

L’entusiasmo è tale che nel Dicembre 2011 i BARBABLUES sono di nuovo in studio a lavorare sul loro prossimo lavoro, questa volta un album vero e proprio. Il 19 Luglio 2013, anticipato alcuni mesi prima dal singolo “Full Grace”, esce il nuovo album intitolato “Il Lato Sbagliato Della Strada”.

Il secondo singolo che segue è “Al Momento Della Resa” che a partire dal 31 Gennaio 2014 va in rotazione radiofonica su centinaia di emittenti nazionali e non.
A seguire Carlo incide una nuova versione del brano “Notturno” avvalendosi della preziosa voce di un grande artista del rock italiano d’autore: Massimo Priviero. Viene girato anche un videoclip che fa crescere notevolmente la visibilità dell’album.

Nel frattempo comunque prosegue incessante anche l’attività live e la partecipazione ad importanti manifestazioni che permettono a Carlo di far conoscere ad un pubblico sempre più vasto la propria musica.

Carlo è ora già al lavoro sul suo prossimo disco, la cui uscita è prevista per il Settembre 2015.